nexus

Nexus 5 – La mia migliore configurazione

Avevo un Iphone 4S, ora non cambierei il mio Nexus per nulla al mondo 🙂

Ho avuto per le mani tanti cellulari, ma il livello di personalizzazione dell’attuale Nexus è incredibile.

Visto che non ho un cazzo da fare, oggi ho deciso di mostrarvi quanto figo è diventato il mio telefono.

Le personalizzazioni del nexus sono su tutti i livelli software del telefono, bootloader, kernel, sistema, grafica.

Vi mostrerò i miei risultati e vi illustrerò come raggiungere passo passo la stessa configurazione.

Alcune premesse vanno fatte prima di cominciare a leggere:

Dovrete sbloccare il bootloader del vostro telefono, ovvero perdere la garanzia.

Il mio lo sbloccai 5 minuti dopo il primo boot.

Vabbè, fatto il misfatto potete procedere.

Cominciamo dal Bootloader

Si, ho personalizzato anche il bootloader, così mi andava e mi sono scervellato a cercare un metodo per mettere una foto di limoni al posto del logo Google.

Facile, vi basta il programmino Nexus bootloader tool, scompattatelo, modificate le immagini in images, cliccate start.bat, seguite le istruzioni in console e avrete il vostro bootloader personalizzato.

Ecco cosa otterrete usando le mie immagini:

WIN_20150617_143049

 

Recovery

Passo essenziale per avere sicurezza, backup e funzioni di ripristino avanzate è installare una recovery personalizzata, io personalmente preferisco la TWRP, seguite le istruzioni per caricarla.

Fastboot e drivers usb eccoli qua!

Kernel

Parte vitale del telefono che inizializza l’hardware prima di caricare il sistema android vero e proprio.

Un buon governor della CPU e i giusti settaggi via app da android permettono un allungamento della durata della batteria.

Consiglio come kernel ElemantalX, per installarlo potete farlo da recovery con il file zip ufficiale o da fastboot con l’img, potete scaricare entrambe le scelte dal sito ufficiale.

Siccome nella guida installeremo android alla versione lollipop, installate ElementalX per lollipop.

Qualsiasi metodo scegliate comparirà durante l’installazione la finestra di setup del kernel, lasciate tutto di default, preoccupatevi solo che i controlli per la riattivazione dello schermo siano disattivati, consumano un botto.

Android

Ho seguito per un anno il progetto AOSPA – Paranoid Android, è cresciuto molto e continua la sua salita senza sosta,

vi consiglio di provarlo per il suo minimalismo e per alcune particolari funzioni aggiuntive (ancora non presenti nella build di lollipop).

Recatevi sul sito ufficiale e scaricate l’ultima build disponibile, copiate il file zip nella memoria del telefono e da recovery flashatelo, cancellando prima e dopo le partizioni /data e /cache.

Potete anche provare la più famosa Cyanogen Mod in nightly attualmete sul nexus 5 per la release 12.1, il link alla pagina ufficiale di download, per installarla stesso metodo dell’AOSPA.

Essendo entrambi progetti open non includono le app di google, non avrete playstore o altro, utile per chi intende usare solo software FOSS tramite lo store F-Droid.

Se vi manca tanto la monnezza google allora vi scaricate lo zip che fa per voi e lo flashate da recovery, al prossimo riavvio google avrà intortato il vostro device.

Avrete quindi un sistema base senza personalizzazioni o software aggiuntivo, ecco alcuni consigli per cominciare:

Lascio a voi la scelta di installare o meno Xposed, potete documentarvi qua.

Ecco il risultato dei miei setup:

Screenshot_2015-06-17-14-53-18

Screenshot_2015-05-01-19-46-28 Screenshot_2015-05-01-19-52-54 Screenshot_2015-05-01-19-53-10

Vi toccherà editare un po’ di impostazioni per avere lo stesso risultato.

Il terzo screen è delle ColorNote, l’ultimo screen è di AcDisplay.

Batteria

Ho elencato nei passi sopra ElemantalX e Kernel Adiutor, vediamo come settarli per ottenere massima durata della batteria.

Ripetete i settaggi degli screen nella vostra app:

Screenshot_2015-05-01-19-53-42 Screenshot_2015-05-01-19-53-46Screenshot_2015-05-01-19-53-51 Screenshot_2015-05-01-19-53-59 Screenshot_2015-05-01-19-54-14 Screenshot_2015-05-01-19-54-20 Screenshot_2015-05-01-19-54-25 Screenshot_2015-05-01-19-54-30

Abbassare il livello di Blu rende lo schermo più piacevole alla vista, nulla a che vedere con la batteria. 🙂

Attivate il selettore “Applica all’avvio” per applicare i settaggi ad ogni riavvio.

Avrete quindi la ricariva veloce via usb, audio leggermente più alto e lettura della memoria più efficiente.

Vi sconsiglio l’editing del Build.prop, rischiate di fare danni seguendo guide fatte col copia e incolla.

 

Ecco lo sfondo per chi fosse interessato:

tetons-at-night

 

Rispondi